Gli Chef

Antonio Romano

Antonio Romano, che si è aggiudicato la vittoria del premio Fine Dining Lovers Food for Thought Award nella finale regionale di S.Pellegrino Young Chef 2019, ha lavorato con alcuni dei nomi più importanti della cucina italiana e internazionale. Il suo stile in cucina è inconfondibile e trova il suo focus nella stagionalità e nel territorio. Lo chef del Castello di Fighine By Heinz Beck in Toscana ha fatto numerose esperienze tra i grandi nomi europei prima di approdare a La Pergola di Roma. Il suo è un piatto che viene da dentro, parla di quello che siamo quando cresciamo, con riferimenti alla nostra memoria. In particolare lo chef ha fatto delle ricerche sull’antica Roma, pensando alle sue origini: ha indagato su come venissero usati i datteri, in che modo si utilizzavano le spezie, e ha cercato di riprodurle in quella che è una nuova chiave. Il nome del piatto, infatti, è Roma Locuta, che sta per “Roma si è espressa”. Gli ingredienti esprimono la sua romanità, diversa da quella che viviamo al giorno d’oggi con la cacio e pepe o con la carbonara, ma con ingredienti ed elementi antichi. Si chiama FALSO D’AUTORE il piatto della Home Chef Box di chef Antonio Romano. Questo risotto giova con il costante contrasto di dolcezza e freschezza grazie i ribes e ai lamponi. Il Falso d’Autore di chef Romano è in perfetta sintonia con Acqua Panna che grazie alla sua eleganza accompagna il palato in una persistenza di sapori davvero interessante. Acqua Panna si sposa alla perfezione con questo risotto fresco e raffinato. Per accompagnarlo è ideale uno Spumante Rosè di Barbera che richiama i medesimi frutti sia al naso che alla bocca. Il fascino delle bollicine riequilibra egregiamente il sapore deciso del cacao.
 
Falso d'Autore - Immersive Collection
 
Falso d'Autore e il Pandemonio Spumante Brut Rosè 2020 Hic et Nunc

Alessandro Bergamo

Alessandro Bergamo, giovane chef che ha conquistato la Finale Regionale di S.Pellegrino Young Chef nel 2019, ha lavorato nelle cucine stellate più prestigiose d’Italia. Il suo stile di cucina è unico ed è incentrato sulla qualità della materia prima senza la quale, sostiene, non si può fare una buona cucina. Chef Alessandro Bergamo, che ama definirsi semplicemente cuoco, ha viaggiato lungo lo stivale da Nord a Sud facendo esperienza nelle più importanti cucine stellate e affinando di volta in volta la sua tecnica di alta cucina in abbinamento agli ingredienti più semplici e accessibili. È stato sous chef del Ristorante Cracco ed è membro della Federazione Italiana Cuochi. Nel 2019, oltre al titolo di finalista italiano di S.Pellegrino Young Chef 2020 di Italia & Sud Est Europa ha anche vinto la selezione italiana del premio Bocuse d’Or, tra i più importanti e prestigiosi concorsi di cucina a livello mondiale, arrivando al decimo posto nella finale del 2021. La posizione più alta per un italiano in concorso. Alessandro Bergamo ha conquistato il suo posto nella alla Grand Finale di S.Pellegrino Young Chef 2020 con il suo “Meglio un uovo oggi o una gallina domani?”. Un lavoro rispettoso e delicato sul pollo riproducendo una pelle croccante, perché è la parte più buona, quella che lo chef amava di più quando mangiava il pollo nella cucina di sua nonna; una patata piena di gusto, molto calorosa; una puntarella che riproduce un’insalata, quindi l’acquosità, l’amertume e la freschezza, e una salsa completamente vegetale fatta solamente di mais, senza glutine, senza lattosio, con un po’ di fermentazione e completa. E c'è una coscia di pollo che riproduce un uovo. L’Home Chef Box di Chef Alessandro Bergamo è un primo piatto che prende il nome di IT’S COMING ROME. Uno spaghetto saporito alla bottarga di tonno con un mix di polveri di scalogno, semi di oliva e capperi dal profumo mediterraneo. Acqua S.Pellegrino è perfetta per accompagnare il piatto con estremo equilibrio. Per accompagnare il piatto c’è bisogno di un vino dal gusto deciso e forte come il Chianti Classico Riserva che pur avendo una grande struttura non sovrasta mai il sapore del piatto. Il vino è di colore rosso rubino brillante e presenta un bouquet complesso e intenso.
It's Coming Rome - Immersive Collection
It's Coming Rome e il Chianti Rufina Riserva DOCG Nipozzano Vecchie Viti 2018 Frescobaldi

Tommaso Tonioni

Tommaso Tonioni, Young Chef vincitore dell’Acqua Panna Award Connection in Gastronomy 2019-2020, ha lavorato a fianco ad alcuni dei migliori chef italiani. Curiosità e passione sono gli ingredienti base della sua cucina fatta di ricerca e di riscoperta di ingredienti e ricette della cucina del passato. Il suo percorso, a soli trent’anni, è pieno di successi personali. Dall’esordio nella panificazione con Gabriele Bonci, passando per ristoranti come In De Wolf di Kobe Desramaults, Extebarri, Pierre Gagnaire e Il Pagliaccio di Anthony Genovese. Tonioni è anche vincitore nel 2019 dell’Acqua Panna Award for Connection in Gastronomy. Per l'ideazione del piatto lo chef è partito dal miele, una sua passione, poi si è ispirato ai quattro elementi - aria, fuoco, acqua, terra - per la sua costruzione. Quello che ha messo in evidenza è l'uso di una cottura primitiva, che è quella sul fuoco. Partendo da lì c’è la connessione tra i popoli, poiché la cottura del cibo sul fuoco è stata la prima forma di cucina e ciò che ci ha distinto dalla scimmia. Inoltre, il cardine di questo piatto è la sua filosofia, con una connessione a partire da un problema, quello delle api, e usare tutti gli ingredienti che l'ape produce, dalla cera al polline e al miele, trasformandoli con tecniche moderne. Per realizzare Lol "Eel" Pop - Honey From The Beach & Potatoes From The Lake ha creato un brodo di cera d’api e fichi con un cracker di semi di lino, crema di fichi fermentati e lumache, mentre l’anguilla era arrotolata su se stessa, cotta sul barbecue e laccata con miele di spiaggia toscano. L’Home Chef Box di Chef Tommaso Tonioni si chiama BLACK FRIED RICE, un risotto dal gusto deciso dato dal nero di seppia e dalle cozze Adrià. Acqua S.Pellegrino accompagna il piatto con estrema eleganza ed equilibrio. L’abbinamento perfetto si ottiene con un Barolo d’annata che mantiene un sapore netto e deciso bilanciando alla perfezione il piatto. Il vino si presenta con una fresca acidità tipica dei vigneti più alti, i profumi sono tradizionali e caratterizzati da una struttura imponente con tannini morbidi ed eleganti.
Black Fried Rice - Immersive Collection
Black Fried Rice e il Barolo Buon Padre DOGC 2017 Cantina Viberti

Davide Marzullo

Davide Marzullo, vincitore del premio S.Pellegrino Award for Social Responsability, ha lavorato in molte cucine stellate italiane ed europee. La sua è una cucina orientata alla tecnica che rispetta la tradizione ma che vuole spingersi sempre oltre per stupire e divertire i palati attraverso l’innovazione. A soli 24 anni, Davide Marzullo può già vantare diverse e significative esperienze tra i nomi dell'alta cucina italiana e non solo. Il giovane chef ha lavorato presso Villa Crespi - 2 stelle Michelin sul Lago d'Orta - ma la sua voglia di migliorarsi e superare le sfide l'ha portato ad affrontare diverse competizioni, portando anche a casa un riconoscimento durante l'ultima edizione di S.Pellegrino Young Chef. Ha lavorato nel 2013 con lo chef Alberto Faccani al ristorante 2 stelle Magnolia di Cesenatico, nel 2014 al Gallia Palace Hotel & Golf di Punta Ala, nel 2015 con Claude Bosi al bistellato Hibiscus di Londra, una delle esperienze più dure e significative. Ancora il ristorante The Market Place di Como, con lo chef Davide Maci che lo ha introdotto a diversi prestigiosi concorsi under 30, su tutti S.Pellegrino Young Chef. Da non dimenticare lo stage al Noma di Copenaghen. La forza del suo piatto è la povertà: ha usato ingredienti poveri in tutte le preparazioni. La melanzana, ingrediente "povero", è stata la chiave: ha creato il piatto cambiando il suo vestito, ossia trasformandola in un ingrediente ricco. Con Aubergine In Black Tie ha ricreato una melanzana con un budello di maiale, al fianco dei ravioli di Timilia con tre salse - di kefir, di basilico e di aceto balsamico - e infine un piccolo consommé da bere per rinfrescare la bocca. CAMOUFLAGE MEDITERRANEO è il piatto della Home Chef Box firmata dallo chef Davide Marzullo. Si tratta di un risotto in cui le note fresche ed eleganti di burro acido e polvere di pesto regalano al palato un equilibrio dettato da profumi mediterranei. Acqua Panna si sposa alla perfezione con questo risotto fresco e raffinato. Il pairing è perfetto con un vino bianco, delicato e morbido come il Soave che riesce perfettamente nell’intento di bilanciare tutti i sentori del piatto. Questo vino è fresco, sapido e ben equilibrato che lascia al palato un piacevole retrogusto di mandorla.
Camouflage Mediterraneo - Immersive Collection
Camouflage Mediterraneo e il Brognoligo Soave Classico Cecilia Beretta 2020 Pasqua